L’arazzo di Bayeux – cruciverba e testo esplicativo

2

18 aprile 2017 di donablogger

Pagina a cura di Andrea Mussinelli (IA)//

Cruciverba sull’Arazzo di Bayeux

(Tutte le risposte possono essere ricavate dal successivo testo esplicativo. Per andare al cruciverba, clicca sull’immagine)


L’Arazzo di Bayeux, non è un vero e proprio arazzo ma una striscia di lino lunga circa 70 metri e alta circa 30 cm, splendidamente ricamata ad ago con fili di lana di 4 colori in varie tinte.

L’opera  è ricchissima di elementi figurativi: 626 personaggi, 202 cavalli e muli, 55 cani, 505 creature mitologiche (uccelli e draghi), 37 edifici, 41 vascelli e barche, 49 alberi e molte scritte in latino che aiutano a interpretare le scene,che sarebbero le didascalie.

È conservata in Francia, a Bayeux, all’interno del Museo della Regina Matilde.

Fu fatta sicuramente nell’XI secolo, dopo la battaglia di Hastings, che viene raccontata nell’Arazzo.

Fu commissionato, probabilmente, dal vescovo Oddone, fratello di Guglielmo il conquistatore, duca dei normanni e, dopo la battaglia di Hastings, re d’Inghilterra.

L’arazzo si può dividere in due parti, la prima racconta gli avvenimenti accaduti prima della battaglia di Hastings (1066) e la legittimità al trono di re Guglielmo, la seconda racconta la battaglia di Hastings. L’opera sottolinea il tradimento di Aroldo dando il seguente messaggio: se vi comportate come il traditore Aroldo la sciagura si abbatterà su di voi.

Ed ora vediamo i momenti salienti della storia raccontata dall’arazzo.


1

Nel 1064 Edoardo d’Inghilterra, sentendo vicina la fine ed essendo privo di eredi convoca a palazzo il cognato Aroldo e lo invita a recarsi da Guglielmo di Normandia, in Francia, per comunicargli che dovrà assumere anche la corona di Inghilterra.


2.jpg

Aroldo parte con i suoi fedelissimi. È una missione pacifica e perciò porta con sé  il suo falcone e i cani da caccia. La delegazione si reca a Bosa, da dove, dopo aver pregato, si imbarcherà.


3

A Bosa Aroldo e i suoi attendono il vento favorevole che li porti in Normandia.  È in corso un banchetto quando un inserviente viene ad avvisare che è giunto il momento di salpare. Immediatamente, per non perdere il momento propizio, la compagnia si precipita ad imbarcarsi.


5

Aroldo giunge sull’altra sponda ma non dove avrebbe voluto (in Normandia): il vento è stato maggiore del previsto e ha spinto la delegazione inglese sulle coste dei possedimenti di Guido de Ponthieu.


6Aroldo viene arrestato dalle guardie del conte.

Il conte ha capito che Aroldo è un personaggio di alto rango e spera di sfruttare la situazione in qualche modo (ad esempio pretendendo un riscatto).

Aroldo viene imprigionato nel castello di Beaurain.

Nella sala del castello, Guido e Aroldo si accordano sull’ entità del riscatto. L’uomo dietro la colonna di destra è una spia che andrà a riferire  ogni cosa a Guglielmo.


Guglielmo di Normandia invia due messi che intimano al conte di Ponthieu di lasciare libero Aroldo. Il conte, appoggiato ad un’ascia, li ascolta assistito da uno scudiero.

Il nano barbuto Turoldo è certamente la figura più enigmatica di tutto l’Arazzo: non si capisce come mai venga raffigurato un personaggio così umile e secondario.

Raggiunto un accordo per il riscatto (un castello e alcune terre di confine), Guido consegna Aroldo a Guglielmo di Normandia.


Aroldo viene ospitato da Guglielmo nel castello di Brionne. Durante una solenne udienza, i due discutono i problemi relativi alla successione del trono d’Inghilterra.


È uno dei momenti cruciali del racconto. A Bayeux, Aroldo presta giuramento di fedeltà a Guglielmo, che, in trono, si è fatto portare due reliquiari con le ossa dei martiri san Ravin e san Rasilfo. Aroldo si impegna dunque a riconoscere Guglielmo come legittimo successore di Edoardo d’Inghilterra.

Ma magari non è andata davvero così…


Ritorniamo in Inghilterra dove la scena presenta i funerali del monarca, il cui feretro è portato da otto nobili nella chiesa di Westminster, appena ultimata e consacrata a San Pietro. Sopra la chiesa appare la mano del Signore. Vicino al feretro sono raffigurati dei chierichetti che agitano i turiboli e dei chierici che intonano le orazioni funebri.


L’assemblea dei notabili decide di offrire la corona reale ad Aroldo. Questi, nonostante il giuramento prestato a Guglielmo, la accetta. Aroldo diventa re d’Inghilterra: è raffigurato seduto in trono, con la corona in capo, lo scettro e il globo. I vassalli, con la spada levata, gli rendono omaggio. L’arcivescovo di Canterbury, Stigant, è al suo fianco.


Sei uomini osservano in cielo una cometa, presagio funesto: si tratta della cometa di Halley apparsa  nel  corso del 1066.


Successivamente, Guglielmo si consulta con il suo fratellastro, il vescovo Oddone, che gli consiglia di partire per l’Inghilterra con una flotta per attaccare l’usurpatore. L’arazzo mostra poi gli uomini al lavoro per allestire le navi.

La flotta attraversa la Manica a metà dell’agosto del 1066 e approda a Pevensay. La nave di Guglielmo reca sulla cima dell’albero maestro la croce benedetta dal papa Alessandro II. Questo dettaglio indica il carattere sacro della spedizione, voluta da Dio per punire l’affronto di Aroldo che non aveva mantenuto la parola data e aveva usurpato il trono a Guglielmo. Naturalmente questo era il punto di vista dei Normanni.

Guglielmo e la cavalleria normanna escono da Hastings, dove si erano accampati,  per l’imminente battaglia contro Aroldo.

Ecco alcune immagini della battaglia, purtroppo non molto nitide.



Aroldo, colpito all’occhio destro da una freccia, cade a terra e viene finito da un cavaliere normanno che lo trapassa con una spada.

L’arazzo si interrompe con questa scena.

Guglielmo sarà incoronato re d’Inghilterra la sera del 14 ottobre 1066: probabilmente la parte finale del ricamo, andato perduto, rappresentava proprio la sua incoronazione.

Tutto ciò raccontato nell’Arazzo è realmente accaduto, ma forse non in questo modo: l’Arazzo è una fonte soggettiva che presenta il punto di vista dei Normanni sulla battaglia di Hastings e vuole giustificare il fatto che un Normanno sia diventato re d’Inghilterra.

Annunci

2 thoughts on “L’arazzo di Bayeux – cruciverba e testo esplicativo

  1. Soler ha detto:

    Molto bello

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    bello molto interessante ma mancavano delle risposte nel testo da leggere

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sognare sugli atlanti

Sognare sugli atlanti

Sognare sugli atlanti

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: