Con gli occhi di un soldato – Storytelling a cura di Augusta Belotti

1

5 febbraio 2018 di donablogger

Cominciano a maturare i frutti del nostro corso sulla didattica digitale. Ho cercato di trasmettere ai miei corsisti, i miei splendidi e pazienti colleghi, questa semplice indicazione: le applicazioni digitali, considerate in sé e per sé, valgono meno di zero, la “storia” è invece tutto; se non ho una storia che meriti di essere raccontata, smanettare col pc è una clamorosa perdita di tempo. Sì, i contenuti: li diffamano da anni, cercando di abrogarli a favore delle cosiddette “competenze”. Ma è lì, nella costruzione di contenuti efficaci e coinvolgenti, che ci giochiamo la nostra piccola scommessa didattica e che  gli strumenti digitali diventano utili.

Augusta Belotti intreccia in questo approfondimento la piccola storia e la grande storia, la biografia di uno sconosciuto, che una mattina si vede recapitare la chiamata alle armi, e la Grande Guerra. Il lavoro è realizzato incrociando due applicazioni, Adobe Spark e Thinglink, e consistete in un “montaggio” di testi, immagini, video e cartine geostoriche, di cui una interattiva.

Giuseppe Trentini, il soldato di cui qui si dipana la vicenda, sopravvisse alla guerra e fu insignito del titolo di Cavaliere di Vittorio Veneto.  Nei suoi diari, Trentini riversò questa speranza:

“Acqua passata non macina più e speriamo che mai simile acqua abbia di nuovo a far muovere un così terribile mulino”.

Quell’acqua purtroppo sarebbe tornata a scorrere ben presto, travolgendo l’Europa e il mondo con la sua rossa e insensata furia.

V. Sciacca

Un clic sull’immagine per accedere:

 

arton143784

 

 

Annunci

One thought on “Con gli occhi di un soldato – Storytelling a cura di Augusta Belotti

I commenti sono chiusi.

Sognare sugli atlanti

Sognare sugli atlanti

Sognare sugli atlanti

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: